Estetica con conseguenze

Estetica con conseguenze

Il 3 giugno si riaccendono i neon di GALLLERIAPIU con un progetto che nasce dalla volontà di porre l’attenzione sul lavoro della galleria e sugli artisti con cui collaboriamo. Negli ultimi cinque anni di attività GALLLERIAPIU ha contribuito alla produzione di opere multimediali, sculture, video, ambienti, performance, opere pittoriche, immagini, fotografie, alcune ancora custodite nel magazzino delle galleria. I progetti ambiziosi che si sono succeduti all’interno di GALLLERIAPIU hanno dato vita all’ “estetica con conseguenze”, termine coniato dal collettivo rumeno Apparatus 22 per definire la linea di ricerca della galleria, fa riferimento a pratiche artistiche perturbanti, provocatrici di pensiero che analizzano aspetti essenziali per un’indagine critica della società attuale e futura. Dopo questo periodo di chiusura, la galleria riapre vuota e con un progetto di allestimento in progress, che andrà delineandosi e modificandosi nel corso dell’estate. La galleria intesa come spazio di trasformazione dal vuoto al pieno lascia spazio a infinite possibilità. Le opere che attiveranno lo spazio giorno dopo giorno daranno vita al contenuto esprimendo opinioni dall’interno e commentando il contesto più ampio: il sistema, il mercato, il momento storico che stiamo vivendo. Prendersi cura dell’oggetto, riviverlo, montarlo, rileggerlo ridiscuterlo ma anche rimettere in gioco lo spazio espositivo è quello che desideriamo fare. Il progetto avrà un aspetto fisico e visitabile che avverrà all’interno dello spazio e una parte virtuale di storytelling del work in progress attraverso i nostri social. Inviteremo i frequentatori e sostenitori delle attività della galleria a prendere parte di questo allestimento in divenire. Un tentativo di riattivare lo sguardo sull’opera ma anche di lasciare spazio alla non prevedibilità, al gioco, forse anche all’errore, un gesto spontaneo in un momento in cui si vuole dare spazio alla collaborazione, al supporto reciproco e alla partecipazione.

◆◆◆

On the 3rd of June Neon lights of GALLLERIAPIU turn on again presenting a project that aims to highlight the work of the gallery and of the artists we collaborate with. In the last five years of activity, GALLLERIAPIU has contributed to the production of multimedia works, sculptures, videos, environments, performances, paintings, images, photographs, some of them still kept in the gallery's storage. The ambitious projects showed at GALLLERIAPIU bring to "aesthetics with consequences", a term coined by the Romanian collective Apparatus 22 to define the gallery's research line: this statement refers to uncanny artistic practices, thought provoking, that analyze essential aspects for a critical investigation of current and future society. After this closing period, the gallery opens empty and with a set-up project in progress, which will take shape and change over the summer. The gallery, intended as a space for transformation from empty to full, leaves room for infinite possibilities. The works that will start up the space day after day, create a content related to opinions from within and comments from a wider context: the art system, the market, the historical moment we are experiencing. Taking care of the object, reliving it, assembling it, discussing it again but also bring into play the exhibition space itself. The project has a real and accessible space at the gallery and a virtual storytelling part of the work in progress through our social networks. We will invite visitors and supporters of the gallery's activities to take part to this ongoing set-up. An attempt to pay attention to the gaze on the work but also to leave room for unpredictability, for play, perhaps even for mistakes, a spontaneous gesture in a moment when it is important to give space to collaboration, mutual support and participation.

Estetica con conseguenze

  • GALLLERIAPIÙ's Exhibitions 6
  • Related Exhibitions
Loading...